Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento mai S. Frediano vescovo

Date rapide

Oggi: 18 novembre

Ieri: 17 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Associazione Giornalisti Lucio Barone

Associazione Giornalisti Lucio BaroneAssociazione Giornalisti Lucio Barone

Associazione Giornalisti
Lucio Barone

Tu sei qui: L'AssociazioneCodice Etico

Codice Etico

Premessa

Dotarsi di un codice di comportamento costituisce una precisa scelta tesa ad individuare prassi condivise che sottolineino la dimensione etica del nostro agire quale Associazione di giornalisti. Ciò anche a salvaguardia della libertà di stampa e di espressione che costituisce per noi premessa irrinunciabile al lavoro di pubblici informatori. Il nostro lavoro, a stretto contatto con il Potere, deve essere sempre fortemente caratterizzato dalla missione del Controllo sulla trasparenza e sulla eticità dei comportamenti dei Pubblici Amministratori e della Politica in generale. L'Associazione si dota di un Codice anche per pubblicizzare i limiti autoimposti, il senso dei suoi comportamenti pubblici e per poter svolgere con maggiore libertà e dignità il proprio compito istituzionale.

L'Associazione, nell'adottare tali norme, è ben consapevole di poterle riferire solo alle azioni perseguite dalla stessa o quando è in campo il suo logo o l'immagine, senza poter o voler in alcun modo normare i comportamenti dei singoli giornalisti o delle testate di riferimento che rispondono a personali codici etici e/o a quanto in merito definito dagli Ordini Professionali Nazionali e dall'Associazione Nazionale della Stampa.

Le aree prese in considerazione sono:

  1. Sponsorizzazioni e richiesta di fondi
  2. Concessione di Patrocinio
  3. Rapporti con la Politica e con Partiti
  4. Rapporti di solidarietà all'interno del mondo della stampa
  5. Promozione di iniziative a scopo umanitario o sociale

Sponsorizzazioni e richiesta di fondi

La richiesta di sponsorizzazione verso Enti o verso Privati va perseguita solo per sostenere iniziative culturali e istituzionali proprie dell'Associazione. Non sono ammesse richieste tese ad ottenere sostegno e risorse per iniziative a carattere ludico o meramente conviviale.Sono ammesse richieste annuali di fondi ad Enti Pubblici per le attività istituzionali e/o programmate. Sono ammesse richieste di sponsorizzazione o di fornitura di servizi (ospitalità, rimborsi relatori, trasferimenti, materiali e servizi di supporto a stage o convegni, sale per conferenze, etc.) o risorse finanziarie ad Enti e/o Privati per specifiche iniziative promosse dall'Associazione in proprio o in collaborazione con altri.Ogni richiesta di fondi o di sponsorizzazione va prima esplicitamente autorizzata dal Direttivo, poi formulata all'esterno a nome dell'Associazione dal Presidente o da persona specificamente delegata.

Concessione di Patrocinio

L'Associazione concede il patrocinio e/o l'uso del logo limitatamente ad iniziative, stage, convegni, incontri culturali riferiti agli ambiti del giornalismo, della comunicazione in generale e della letteratura, argomenti propri della sua mission istituzionale. Ogni richiesta va sottoposta preventivamente al Direttivo ed autorizzata a maggioranza. Particolari richieste riferite ad altri ambiti vanno autorizzate dal Direttivo all'unanimità.

Rapporti con la Politica e con i Partiti

Non è possibile aderire con il logo dell'Associazione ad iniziative di Partito o di singoli politici. L'Associazione può essere rappresentata in pubblici dibattiti e/o in iniziative di tipo politico o sociale previo autorizzazione esplicita del Direttivo.L'Associazione aderisce a campagne di stampa di rilevanza politica o sociale, previo autorizzazione esplicita del Direttivo.

Rapporti di solidarietà all'interno del mondo della stampa

L'associazione fonda la propria azione pubblica sulla difesa dell'immagine del giornalista e della massima libertà di espressione; contro ogni forma di intimidazione e/o di censura al ruolo di informatore pubblico. Si impegna alla massima solidarietà, nelle forme e nei tempi idonei, verso tutti i giornalisti (anche non iscritti), di qualunque orientamento ideologico o partitico, in ogni occasione in cui si possa rilevare una offesa alla dignità di stampa e di espressione.

Promozione di iniziative a scopo umanitario o sociale

L'associazione considera coerente alla sua mission istituzionale l'adesione a tutte le forme di promozione di iniziative a scopo umanitario o di rilevanza sociale, anche campagne di stampa o di pubblicità progresso, purché esplicitamente approvate ed autorizzate dal Direttivo.

Link utili